Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
petoffice1

Un lavoratore su tre porta il cane in ufficio (e due su tre vorrebbero farlo)

Più felici, più rilassati, più produttivi. Sono i lavoratori che hanno la fortuna di portare il proprio cane con sè in ufficio. Benefici che si riflettono sull’ambiente di lavoro, innescando un circolo virtuoso che sia l’esperienza di Purina che quella di Mars Italia, due aziende globali con sede anche a Milano, possono testimoniare. Secondo il sondaggio “Insieme è meglio… anche in ufficio”, condotto sugli amanti degli amici a quattro zampe da Petpassion.tv di Purina, il 34,5% ha infatti dichiarato di andare al lavoro con l’amico a quattro zampe, e di questi il 26% lo fa spesso. Il 70% di chi invece non porta il pet nei luoghi di lavoro, si dichiara favorevole a questo tipo di iniziative. Dai dati diffusi in occasione della Giornata Mondiale del Cane in Ufficio, che si celebra venerdì 22 giugno, emerge che i benefici, per quel 34,5%, sono evidenti: più del 50% di questi dichiara di lavorare e stare meglio, in un clima più sereno. Il resto degli intervistati sottolinea anche una maggiore serenità dei pets che non rimangono in casa soli (16,6%) e godono della compagnia del loro proprietario (31%). E chi non porta il cane in ufficio? Il 41,5% conferma che gli uffici nei quali lavora rappresentano un reale impedimento.

L’INIZIATIVA DI CONSULENZA DI PURINA

Per questa ragione Purina, pet friendly dal 2014, si pone come consulente, offrendo le proprie competenze e la propria esperienza a quelle realtà lavorative che non percepiscono ancora i vantaggi derivanti da questo tipo di benefit aziendale”, spiegano al ramo italiano dell’azienda americana che crede fortemente che la presenza dei cani in ufficio possa aumentare la produttività e migliorare la relazione tra colleghi. A Purina infatti hanno creato una policy dedicata, che stabilisce regole e procedure condivise, diffusa a ogni singolo dipendente. Inoltre, l’anno scorso hanno annunciato la nascita della Pets at Work Alliance, iniziativa che mira a crescere e coinvolgere sempre più aziende in tutta Europa, con l’obiettivo di portare benefici ai dipendenti, alle aziende e agli animali.

ANCHE A MARS ITALIA ANIMALI SOTTO LE SCRIVANIE

Anche Mars Italia partecipa alla Take Your Dog to Work Week, l’iniziativa internazionale nata 20 anni fa per sensibilizzare il mondo del lavoro sugli effetti benefici della presenza di un animale in ufficio, che culmina venerdì. I benefici del portare il proprio pet al lavoro con sè sono confermati anche dalla ricerca del PAWrometer (PAW = Pets at Work ossia ‘animali domestici sul posto di lavoro’) del The Banfield Pet Hospital, la rete di cliniche veterinarie di Mars Petcare. Mars Italia è stata pioniera in questo campo, introducendo questa pratica nel nostro Paese quando ancora la possibilità di andare al lavoro con il proprio amico a quattro zampe era prevista in pochissimi ambienti di lavoro. Grazie a questa lunga tradizione, in Mars Italia è oggi possibile portare con sé in ufficio il proprio cane in qualsiasi giorno della settimana.

</span></figure></a> Selection
Selection