Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
This undated handout photo received on May 20, 2008 from the University of Melbourne shows two Tasmanian Tigers before their extinction in the 1930s. Scientists said on May 20, 2008 they had "resurrected" a gene from the extinct Tasmanian tiger by implanting it in a mouse, raising the long-term possibility of bringing animals such as dinosaurs back to life. In what they describe as a world first, researchers from Australian and US universities extracted a gene from a preserved specimen of the doglike marsupial -- formally known as a thylacine -- and revived it in a mouse embryo.   RESTRICTED TO EDITORIAL USE  GETTY OUT     AFP PHOTO/UNIVERSITY OF MELBOURNE (Photo credit should read AFP/AFP/Getty Images)

“Mission: impossible” in Australia: si cerca la tigre della Tasmania, estinta da 80 anni

In Australia sta per partire una “mission: impossible” alla ricerca della tigre di Tasmania, conosciuta anche come tilacino. La specie è estinta dal 1936, quando morì l’ultimo esemplare conosciuto, ospitato dallo zoo di Hobart. Ma ora dei nuovi presunti avvistamenti nel Nord del Queensland hanno spinto gli scienziati a lanciare una spedizione. Il tilacino (Thylacinus cynocephalus) era un lupo marsupiale, carnivoro. Si crede che sia scomparso dall’Australia continentale già prima dell’arrivo dei coloni europei e fino agli anni Trenta è sopravvissuto nell’isola di Tasmania. Tuttavia nel corso degli anni ci sono state diverse notizie di presunti avvistamenti, anche dall’Australia continentale. E da qui arrivano le ultime testimonianze, di una guardia forestale e di un esperto campeggiatore, precisamente dall’estremità settentrionale del Queensland. Per la quantità e qualità dei dettagli descritti sono state ritenute “plausibili” da un team della James Cook University, che si è mobilitato per la verifica. Gli scienziati installeranno oltre 50 telecamere con trappole nella penisola di Cape York, in luoghi tenuti nel massimo riserbo. La spedizione partirà a fine aprile, spiega l’ateneo, guidata dai ricercatori Sandra Abell e Bill Laurance. “Le osservazioni di presunti tilacini finora sono avvenute di notte e in un caso sarebbero stati avvistati quattro animali a distanza ravvicinata”, spiega Laurance. “Incrociando le descrizioni ottenute su colore, occhi, taglia e forma del corpo, comportamento e altre caratteristiche, queste non coincidono con nessun altra specie del Nord del Queensland, come i dingo o i cani selvatici”, aggiunge il professore. (Ansa, nella foto due esemplari in una foto del 1910-20 circa)