Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cacca_cace

Firenze, per chi non raccoglie la popò del cane multa da 160 € da vigili anche in borghese

AGGIORNAMENTO DEL 20 FEBBRAIO 2017 – SCATTANO LE PRIME MULTE
Come annunciato nei giorni scorsi, sono scattati i controlli della Polizia municipale del Comune di Firenze messi in campo per arginare il fenomeno di chi non raccoglie gli escrementi del proprio cane. E la task force ad hoc, composta da 15 vigili in divisa e 5 in borghese, ha portato a casa i primi risultati: sui 191 controlli effettuati e’ arrivata la prima multa per mancata raccolta di deiezioni. Ma sono state sanzionati anche 4 proprietari per omessa custodia (cane non al guinzaglio), 2 per mancata iscrizione all’anagrafe canina e uno per omessa trascrizione di proprieta’. Inoltre sono stati emessi due inviti a regolarizzare la posizione dell’animale presso l’anagrafe canina.
“Oggi e’ solo il primo giorno in cui e’ entrata in azione la task force della Polizia municipale- commenta l’assessore alla Sicurezza urbana e Polizia municipale Federico Gianassi-, ma l’impegno dell’amministrazione continuera’ e coinvolgera’ tutti i cinque quartieri”. Per l’assessore “lasciare pulito a terra e nei luoghi pubblici dopo aver portato a spasso i propri animali non e’ infatti solo un gesto di civilta’, ma e’ soprattutto una questione di rispetto e di decoro, oltre che di igiene pubblica”. (Dire)

+++

POST ORIGINALE DEL 14 FEBBRAIO 2017

A Firenze non raccogliere gli escrementi del proprio cane potrà costare caro, fino a 160 euro. Da lunedì prossimo infatti scatteranno i controlli mirati della Polizia municipale nei confronti dei proprietari degli animali che lasciano il bisogno dell’animale sul marciapiede o nel giardino pubblico sotto casa. “Non si tratta di un accanimento nei confronti dei proprietari di cani – sottolinea l’assessore alla Sicurezza urbana e Polizia municipale del Comune Federico Gianassi – quanto piuttosto di un richiamo al rispetto delle regole”. La misura, però, spiega Gianassi “non è una novità. Questo tipo di controlli venivano già effettuati. Adesso però vogliamo intensificare la presenza degli agenti sul territorio in modo da disincentivare questo comportamento, purtroppo molto diffuso. Un intervento a tutela delle fasce più deboli come bambini, anziani e disabili”. Entrando nel dettaglio del provvedimento, da lunedì una quindicina di agenti in divisa più alcuni in borghese effettueranno controlli mirati, organizzati per quartiere, per verificare il rispetto delle regole. A dettare la misura è l’articolo 25 del regolamento comunale per la tutela degli animali. Le multe, stando alla normativa in questione, scatteranno sia per chi viene sorpreso con il cane al guinzaglio sprovvisto di attrezzatura per la raccolta (la multa qui è da 60 euro), sia per chi viene colto in flagrante mentre si allontana senza aver recuperato da terra l’escremento del proprio animale (160 euro).

  • Paola Leoncini |

    Suggerisco di controllare frequentemente la zona di via Faentina (nei pressi del sottopasso “pedonale”), via Settembrini e via del Pellegrino. Qui le cacche di cane abbondano perché alcuni padroni non le raccolgono o mandano fuori i cani senza controllarli. Mi auguro che ne troviate qualcuno!!! Meno male che la nostra è una città tanto civile…..

  • desposente |

    Invece alla cultura nostrana e importata degli umani è concesso continuare a lasciarla per strada, fra i monumenti, le piazze e le calli di tutte le città , o sui semplici portici e portoni dei poveri pagatori delle tasse.

  Post Precedente
Post Successivo