Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cimitero_animali_ny

A New York una tomba accanto al padrone per cani e gatti ma anche rettili e invertebrati

Per il “pet” caro estinto, a New York, d’ora in poi c’è una tomba accanto ai padroni. Il governatore dello stato della Grande Mela, Andrew Cuomo, ha firmato una nuova legge che permette agli animali domestici di ogni tipo di godere l’eterno riposo a fianco di chi, per anni, si è preso cura di loro. La legge permette di tumulare, anche molto tempo dopo la morte del padrone, solo resti cremati. Nessun cimitero è obbligato ad accettare animali e i cimiteri religiosi sono esenti. A differenza di prima, quando cani, gatti e tutti gli animali domestici “normali” (quelli riconosciuti dalle leggi statali) erano già ammessi, le nuove norme ora sono abbastanza vaghe da includere rettili, uccellini e perfino invertebrati: New York è una metropoli dove l’animale da compagnia assume le vesti più strane. “Gli amici a quattro zampe sono di famiglia per molti newyorchesi”, ha spiegato Cuomo: “Perché dovremmo mettere noi i bastoni tra le ruote se il desiderio finale di un individuo è di passare con loro il resto dell’eternità?”. Le nuove norme vengono incontro a un crescente numero di persone che includono i “pets” nel loro testamenti, ha spiegato David Fleming, direttore dei rapporti con le istituzioni della New York Association of State Cemeteries che cinque anni fa ha cominciato una discreta quanto efficace azione di lobby. “I tempi sono cambiati. La gente ha una immagine molto più intima e personale: gli animali come parte della famiglia”. Come conferma Shakeema Hutcherson, di professione “dog walker”, che approfitterà della novità per farsi seppellire con il suo chihuahua e il suo gatto: “Per me sono come figli”. La legge rientra nelle iniziative prese di recente per rendere New York più “pet friendly”. Dall’anno scorso i cani possono accompagnare i padroni al ristorante, solo ovviamente ai tavoli all’aperto. Ne abbiamo parlato qui su 24zampe. Altre norme hanno inasprito le pene per chi maltratta gli animali. Prima di oggi chi aveva  amici animali non poteva far altro che accompagnarne i resti in un cimitero per pets. Qualcuno ci si faceva addirittura seppellire: nell’Hartsdale Pet Cemetery nella contea di Westchester, che accoglie 80 mila tra cani gatti, tartarughe e porcellini d’india, ogni anno da cinque a sette padroni chiedono e ottengono di essere sepolti lì, accanto al loro animale (nella foto sopra). Il New York Times spiega che, anche nella Grande Mela, non mancano le eccezioni. Al Sand Lake Union Cemetery di Averill Park, per esempio, un cavallo della Guerra Civile, Moscow, è seppellito accanto al padrone e diversi cani, alcuni anche con una propria statua, sono sepolti al Green-Wood Cemetery di Brooklyn, a New York. Un rappresentante dell’associazione delle imprese di pompe funebri, Robert Ruggiero, spiega al Nyt che è capitato che qualcuno abbia fatto scivolare nella bara del padrone defunto le ceneri dell’amato amico peloso.