Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Agenda animale, gli appuntamenti del weekend del 12-13 marzo 2016

Per segnalazioni scrivere una mail a 24zampe@ilsole24ore.com

+++

CHIEDIMI SE SONO FELICE LIVE, MILANO, SABATO 12 MARZO 2016

Appuntamento da non perdere per gli amici dei cani. Sabato 12 marzo alle 15 i protagonisti di “Chiedimi se sono felice”, il mondo visto dalla prospettiva del cane, incontrano in uno speciale dal vivo adulti e bambini per un appassionante pomeriggio in compagnia di tanti ospiti, tra cui il garante degli animali di Milano prof. Valerio Pocar e lo scrittore Igor Sibaldi. Rosita Celentano e Angelo Vaira, conduttori del programma di Radio 24 in onda ogni domenica alle 12, parleranno del rapporto che unisce genitori, figli e cani. Il più fedele amico dell’uomo quando entra in famiglia diventa parte integrante di questa e spesso, soprattutto con i più piccoli, instaura un rapporto di estrema complicità e amicizia. E proprio dalla complicità tra cani e bambini inizia il pomeriggio di “Chiedimi se sono felice LIVE”, alle 15 all’Arena Civica di Milano, nel centralissimo parco Sempione: insieme a Rosita Celentano e Angelo Vaira, alcuni operatori accreditati coinvolgeranno grandi e piccoli in attività ludo-educative con amici a quattro zampe. Il pomeriggio proseguirà con la conferenza in cui Rosita e Angelo, insieme ai loro ospiti, approfondiranno il rapporto speciale che unisce la famiglia al proprio animale domestico. Analizzeranno inoltre il ruolo del cane all’interno del nucleo famigliare come elemento che può aiutare nello sviluppo della genitorialità e nell’educazione dei bambini. Radio 24 con Rosita Celentano e Angelo Vaira aspettano tutti gli ascoltatori e i bambini sabato 12 marzo alle 15 presso la palazzina Appiani dell’Arena Civica di Milano, in via Byron n° 2. Per partecipare è necessario registrarsi su www.radio24.it, cliccando qui.

+++

CORSA CON IL CANE, VIGEVANO (PV), DOMENICA 13 MARZO 2016

Domenica 13 marzo si corre a Vigevano la 36esima edizione della celebre Scarpa d’oro, gara competitiva di corsa a piedi. All’interno della manifestazione, per il secondo anno consecutivo si svolge la “Scarpa d’oro quattro zampe”, destinata a chi oltre alla corsa ama anche i cani e combina le due passioni. Il ricavato della manifestazione è destinato al rifugio Mariuccia Bono, canile di Vigevano. Partenza per tutti alle 9.30 dallo stadio comunale Dante Merlo.

+++

MOSTRA FOTOGRAFICA, PISA, SABATO 12 E DOMENICA 13 MARZO 2016

canidentro3_485

Cani dentro” è il titolo della mostra fotografica in corso all’interno della casa circondariale Don Bosco di Pisa. L’esposizione propone una trentina di scatti della fotografa Maria Cristina Germani, che raccolgono immagini del progetto di pet therapy svoltosi all’interno del carcere pisano. Il progetto, spiega una nota della Società della salute, “ha permesso ai detenuti di interagire con i cani dell’associazione ‘Do Re Miao!’ ma anche di incontrare i propri animali perché gli operatori dell’associazione, grazie a uno speciale permesso, hanno potuto accompagnare all’interno dell’istituto i cani di proprietà dei detenuti, favorendo così il ricongiungimento con un ‘membro della famiglia’ altrimenti escluso dalle visite”. Si tratta di una pratica che la casa circondariale Don Bosco, unico caso in Italia, dopo questa esperienza, ha istituzionalizzato in modo permanente. Non è invece l’unico esperimento di pet therapy dietro le sbarre: su 24zampe abbiamo già scritto di quello del carcere San Vittore a Milano, qui. Come confermano le osservazioni delle educatrici e delle psicologhe coinvolte, “la relazione con il cane ha permesso a molte persone di far emergere aspetti della propria personalità altrimenti difficilmente evocabili e ha favorito l’instaurarsi di un clima positivo e capace di facilitare i processi di recupero e integrazione dei soggetti coinvolti”. Le immagini della mostra sono state raccolte e corredate dagli estratti delle riflessioni scritte dai detenuti durante il progetto in un catalogo edito da Haqihana, disponibile online, cui seguirà a breve la pubblicazione di un libro fotografico con l’integrale dei testi raccolti. Per qualsiasi ulteriore richiesta e informazione contattare l’indirizzo email info@doremiao.it o telefonicamente il numero 3803289556.

+++

PARCO NATURA VIVA, BUSSOLENGO (VR), SABATO 12 E DOMENICA 13 MARZO 2016

Al Parco Natura Viva di Bussolengo (Vr) tutto è pronto per la 47esima riapertura, prevista venerdì. Il 2016 è l’anno della “biodiversità locale”, pur restando l’impegno su 15 progetti di conservazione delle specie minacciate di estinzione dall’Asia all’America e il “chiodo fisso” delle reintroduzioni in natura: linci, bisonti, ibis eremita, grifoni (nella foto) e testuggini “tornano a casa”. Ne abbiamo parlato qui su 24zampe. A marzo “Il risveglio della natura”: diamo il benvenuto alla primavera, celebrando il risveglio della natura con attività e laboratori che catturano gli elementi naturali per portare a casa un po’ di magia. Sabato e domenica 12 e 13 marzo, Keeper per un giorno delle bertucce, sabato 19 marzo Keeper per un giorno dei Tamarini e Festa del papà (entrata gratis se si accompagna un bambino),  domenica 20 marzo si festeggia la Giornata internazionale delle foreste, domenica 27 marzo e lunedì 29 speciale attività di Pasqua e Pasquetta. Tra i nuovi arrivi a Bussolengo c’è Amelia, un’aquila di mare dalla coda bianca che ora vive con Leòn, maschio già presente al Parco. Poi nove amazzoni dalle guance verdi, pappagallini minacciati d’estinzione in Sud America, due antilopi springbok, sottratte alle pessime intenzioni di uno zoo della Repubblica Ceca che li voleva sopprimere a causa di un’incompatibilità genetica alla riproduzione. L’elenco completo delle novità 2016 è qui.

+++
CAMPAGNA LAV, VARIE PIAZZE ITALIANE, SABATO 12 E DOMENICA 13 MARZO 2016
«Aiutali a uscirne»: con questo slogan e dati alla mano, sabato 12 e domenica 13 marzo la Lav scendera’ in piazza con una petizione nazionale rivolta al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, per mettere fine ai test delle sostanze di abuso, come fumo, alcol e droghe, condotti sugli animali. La petizione si può firmare in centinaia di piazze italiane: il tavolo Lav piu’ vicino si può trovare consultando http://www.lav.it/lav-in-piazza. In Italia, le sostanze d’abuso vengono ancora testate su topi e ratti, quasi sempre senza anestesia. All’estero, gli studi sulle droghe sono condotti anche sulle scimmie (macachi, uistiti’ e babbuini). Con la petizione Lav chiede “il divieto definitivo di questi test crudeli e scientificamente infondati: un’importante battaglia, fondata sul rispetto del Decreto legislativo n°26/2014 che recepisce la Direttiva europea n°26/2014. Questo decreto, infatti, prevede che dal 1 gennaio 2017 venga totalmente proibito l’uso di animali per effettuare i test sulle sostanze d’abuso e anche per gli xenotrapianti, trapianti tra specie diverse in cui vengono utilizzati organi o tessuti di suini e primati. Il decreto rappresenta un grande risultato, che tuttavia rischia di essere vanificato, qualora il suo contenuto non venga recepito dal Governo italiano: una possibilita’ concreta, da scongiurare con l’aiuto dei nostri soci e di tutti i cittadini che considerano il rispetto di tutti i viventi un tratto fondamentale delle societa’ civili. E’ sconcertante che vizi umani come alcool, fumo e droghe siano ancora testati su animali che, fino a prova contraria, non bevono ne’ fumano e, pertanto, non potrebbero nemmeno abusare di queste sostanze. Si tratta di un approccio alla ricerca criticabile sul piano scientifico e, prima ancora, sul piano etico: basti pensare all’elevato grado di sofferenza che i test effettuati sugli animali comportano”. (Comunicato)
+++
MOSTRA PREDATORI MICROCOSMO, FIRENZE, FINO AL 31 MAGGIO 2016
Ceratophrys_01-S
Ragni grandi come una mano, mantidi che riproducono i colori e le forme dei fiori, serpenti simili a foglie e raganelle dalle forme spettacolari sono i piccoli animali protagonisti della mostra “Predatori del microcosmo” fino al 31 maggio 2016 al Museo La Specola di Firenze. L’esposizione è giunta alla settima edizione ed è curata dai naturalisti e fotografi Emanuele Bigi e Francesco Tomasinelli. Sono 16 gli animali vivi di specie differenti, tra insetti, rettili, anfibi, ragni e altri piccoli invertebrati, esposti in terrari dove è stato ricostruito il loro ambiente naturale (nella foto un Ceratophrys). Tra gli altri anche un geco volante e uno scorpione fluorescente. L’esposizione è completata da un’ampia mostra fotografica ed una sezione video. Sono previste anche visite guidate durante l’alimentazione degli animali (su prenotazione).

+++

MOSTRA RAGNI VIVI, GENOVA, FINO AL 5 GIUGNO 2016

A Genova c’è “Spiders”, la più grande mostra di ragni vivi mai allestita in Europa. Al Museo civico di Storia naturale, fino al prossimo 5 giugno, i visitatori possono ammirare all’interno di 60 terrari, che riproducono i loro habitat naturali, cinquanta specie di tarantole, dieci di scorpioni e tre di scolopendre provenienti da tutto il mondo. Ci sono esemplari di Theraphosa Blondi, Theraphosa Stirmi, Brachypelma Albopilosum dall’Honduras oppure la Lasiadora Klugi del Brasile (nella foto) o la Phormictopus Canceridis da Cuba, “per scoprirne l’anatomia, i loro veleni, con un approccio scientifico”, spiega il direttore del museo, Giuliano Doria. Vivono fra i 20 e i 28 gradi e una volta a settimana si cibano di vermi, cavallette e grilli. Gli esemplari più grandi come la Theraphosa mangiano anche piccoli topi vivi. Obiettivo della mostra, avvicinare il pubblico ad animali che da sempre hanno colpito l’immaginario collettivo e di cui molti hanno paura. La figura del ragno, primo animale a colonizzare le terre emerse, si ritrova infatti nelle leggende e nel folklore di tantissimi popoli, seppur con simbologie e valenze opposte e forme culturali diversissime che vanno dal mito di Aracne alla creazione del supereroe Spiderman. Alla mostra genovese sono previste visite guidate interattive durante le quali un operatore specializzato maneggia con cura alcuni esemplari per consentire ai visitatori un’osservazione più ravvicinata.

+++

TIGRI ALLO ZOO, NAPOLI, DA SABATO 9 GENNAIO 2016

A partire dal prossimo sabato 9 gennaio le tigri dello zoo di Napoli lasciano le gabbie e il pavimento in cemento e vengono “liberate” in un’area che rievoca la loro terra d’origine. I tre esemplari di grandi felini asiatici, due femmine Valentina e Kira e un maschio Kashmir, tra i 15 e i 18 anni, potranno essere ammirati attraverso apposite vetrate. L’area messa a disposizione delle tigri e’ stata progettata per il loro benessere, sia negli spazi di piu’ di 3.500 metri quadrati, con ricoveri al coperto per ripararsi, che negli arredi, con vasche profonde 2,5 metri per immergersi nell’acqua e una vegetazione di diverse tipologie, piu’ o meno folta, per ricreare un’ambientazione simile al loro habitat naturale. Un grande traguardo per lo zoo di Napoli, per le tigri e i veterinari che, ad esempio, non dovranno piu’ tagliare loro le unghie che, sul cemento delle vecchie gabbie, non si consumavano naturalmente.