Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Pet therapy con i cani-bagnino Sics nella pediatria del San Raffaele di Milano

Foto_Gruppo_CaniIl primo tenero incontro fra i cani bagnino e i bimbi ricoverati nella Pediatria dell’ospedale San Raffaele di Milano è stato ieri: un’ora di gioco e coccole per aiutare i baby pazienti a gestire lo stress e il disagio legati alla vita in corsia. E’ il progetto “4 zampe per un sorriso”, organizzato dall’Irccs di via Olgettina, una delle 18 strutture del gruppo ospedaliero San Donato, in collaborazione con la Scuola italiana cani di salvataggio – Sics (nella foto). I cani bagnino scortati dai loro conduttori torneranno una volta al mese per stare vicino ai piccoli pazienti. E intanto è già previsto il prossimo coinvolgimento dei reparti di Neurologia e Riabilitazione specialistica, si legge in una nota dell’ospedale. I cani Sics collaborano con Guardia costiera, Polizia locale e Protezione civile, sono in grado di lanciarsi da un elicottero, sono «i grandi orsi buoni che salvano le persone», spiegano gli esperti. Sono pazienti, affidabili, abituati ad affrontare situazioni di stress e amano molto le dimostrazioni d’affetto, il calore umano. La loro vicinanza punta a stimolare la socializzazione e gratificare il paziente, trasmettendogli affetto e serenità. Agli appuntamenti è presente anche il personale qualificato dell’ospedale. Gli incontri si svolgono in un’area esterna al reparto di degenza, per non ostacolare le attività cliniche. Tutti i cani sono sottoposti a regolari controlli veterinari, vaccinati, lavati e spazzolati accuratamente. (Kronos)