Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Amore finito tra la tigre e la capra, la strana coppia di Primorsky Park

AGGIORNAMENTO DEL 29 GENNAIO 2016 – AMORE FINITO TRA AMUR E TIMUR

E’ durato meno di due mesi l’idillio senza precedenti che dall’Estremo Oriente russo aveva incantato zoofili e animalisti del mondo intero. Non sono piu’ amiche la tigre Amur e la capra Timur, che il destino aveva fatto incontrare in un recinto del parco-safari di Primorsky, nella taiga che si stende di fronte al mare di Vladivostok. Una possente zampata della prima ha infatti spedito per aria la seconda che, atterrata a svariati metri di distanza, non l’ha presa bene. Si e’ spaventata. Eppure, incredibile a dirsi, la colpa e’ sua: non la smetteva un attimo di tormentare la coinquilina, a dire il vero fin troppo paziente. Per fortuna, lacrime da versare comunque non ce ne sono: Timur, vello a quanto pare resistentissimo, ha preso una gran botta ma e’ sopravvissuta. Non e’ neppure rimasta ferita in modo serio: ma sotto shock, quello si’. E ora evita l’altra.

Eppure, quando ai primi di dicembre se l’era trovata davanti, Amur non l’aveva vista come la preda destinatale per sfamarla, bensi’ come una compagna allegra e curiosa, che non era per nulla intimorita da lei (anzi, da lui, trattandosi di un esemplare maschio siberiano di 3 anni) e che le avrebbe alleggerito l’isolamento dai suoi simili. Si sa, in natura e’ proprio la paura che fa scattare l’attacco del carnivoro: ma l’atteggiamento tranquillo della capra, che evidentemente non aveva compreso perche’ i guardiani l’avessero messa li’, invece di far scattare l’istinto della grande belva lo aveva messo a nanna. E cosi’ da allora erano entrate in simbiosi, e l’erbivoro aveva addirittura finito con il prendere in qualche modo il sopravvento, occupando il giaciglio del predatore e costringendolo a traslocare sul tetto del ricovero ormai comune.

Qualcuno aveva cercato di spiegare la stranissima `liaison´ ipotizzando che Timur potesse aver identificato Amur come il proprio capobranco, pardon, gregge. Questo perche’ la seguiva come un’ombra, ma sempre cedendole il passo. Il problema e’ che l’istinto caprino, a differenza di quello felino, non si e’ mai assopito: e per tutto questo tempo non solo Timur non ha smesso un attimo di pedinare Amur, «senza mai lasciarle un attimo di respiro», come ha riferito Dmitry Mezentsev, direttore della riserva. Aveva anche il vizio di prenderla in continuazione a cornate. «A un certo punto la tigre non ne ha potuto piu’, l’ha afferrata con gli artigli e l’ha scaraventata via», ha raccontato ancora Mezentsev, affranto per la pur comprensibile fine dell’improbabile storia, che tra l’altro aveva avuto l’effetto di moltiplicare i biglietti d’ingresso staccati dai turisti paganti, e la pubblicita’. I sogni infranti fanno male, le casse che si svuotano a volte anche di piu’. (Agi)
+++

AGGIORNAMENTO DEL 10 DICEMBRE 2015

Timur, la capra, doveva essere la preda viva di Amur, la tigre: una preda viva messa nel suo recinto, nel parco-safari russo Promorsky, perche non dimenticasse le scorrerie nei prati delle steppe a caccia di cibo. E invece la capra, chissa’ perche’, e’ stata risparmiata e i due sono divenuti inseparabili: e’ nata un’improbabile amicizia e adesso da giorni la loro storia delizia i russi: il grosso felino e la capretta dormono nello stesso recinto, mangiano e giocano insieme nella neve, e nei giorni scorsi si sono presi a testate, ma lo `scontro´ non ha avuto esiti esiziali (nella foto Afp i due animali insieme). Accade nel parco-safari Primorsky, alla periferia della citta’ portuale russa di Vladivostock, all’estremo oriente russo, quasi al confine con Cina e Corea del Nord. La tigre, un bell’esemplare maschio, negli ultimi tre anni e’ stata sempre nutrita due volte a settimana con esche vive, conigli o capre, appunto.A handout picture taken on November 30, 2015 and obtained from the Primorye Safari-Park official website shows Amur, a tiger, resting close to a goat named Timur in an enclosure at the Primorye Safari-Park. A tiger and a goat have become friends at a safari park in Russia's Far East. AFP PHOTO / PRIMORYE SAFARI-PARK / DMITRY MEZENTSEV RESTRICTED TO EDITORIAL USE - MANDATORY CREDIT " AFP PHOTO / PRIMORYE SAFARI-PARK / DMITRY MEZENTSEV " - NO MARKETING NO ADVERTISING CAMPAIGNS - DISTRIBUTED AS A SERVICE TO CLIENTS
 Il mese scorso gli hanno messo nella gabbia Timur: quella non ha mostrato alcun segno di paura («Forse perche’ nessuno le aveva insegnato ad avere paura di una tigre», azzarda il direttore dello zoo, Dmitryu Mezentsev) e la tigre non se l’e’ mangiata. Secondo il direttore, specializzato nello studio proprio di tigri e leopardi, la storia dell’insolita amicizia «e’ un segno dall’Alto»: «Ci sono guerre ovunque, in Ucraina, in Siria. E invece animali diversi possono vivere in pace insieme». Lo staff dello zoo si e’ accorto che la capra era ancora viva tre giorni dopo averla introdotta nel recinto. Adesso dormono insieme nello stesso riparo, Timur sul giaciglio che era di Amur, e Amur sul tetto del capanno.
Alla mattina, al risveglio si fanno un giretto insieme, la capra sempre dietro la tigre (deve aver deciso che e’ il capo) e da un paio di giorni hanno anche cominciato a giocare e rincorrersi. Mercoledi’, Timur e’ sembrata sfidare Amur, colpendola con le corno. «La tigre ha accettato la sfida: si sono spinti testa/corna per alcuni secondi senza litigare, poi Amur se ne e’ andata con calma a sdraiarsi al sole sulla collina», racconta ancora il direttore. La tigre e’ sembra anche tentare di insegnare alla capra come catturare le prede e di recente si e’ molto interessata a un enorme blocco di sale dato dagli inservienti a Timur perche’ lo mangiasse. Nel frattempo Amur, «per rispetto della capra», viene nutrito solo con conigli vivi. La storia dell’insolita amicizia e’ diventata cosi’ popolare in Russia che la direzione dello zoo ha deciso di mettere una webcam nel loro recinto: trasmettera’ in diretta le immagini dei due, le loro evoluzioni, i giochi, i loro sonni. E anche se Timur e’ ancora viva. (Agi)

+++

POST ORIGINALE DEL 1 DICEMBRE 2015

Timur e Amur sono proprio una strana coppia. Si tratta di una tigre siberiana e una capra e si sono incontrate in Russia. Allo zoo Primorsky Safari Park hanno fatto amicizia quando la capra è stata messa nel recinto della tigre non per familiarizzare, ma come pasto. Un’abitudine consolidata: “Accade due volte alla settimana che alle tigri vengano date prede vive, capre o conigli, da cacciare per nutrirsi”, dicono gli addetti dello zoo, stupiti dall’accaduto: “Mai visto niente di simile”.

Nel video, anche se Timur la capra non sembra perfettamente a proprio agio, i due animali convivono pacificamente e passeggiano nel grande recinto dello zoo della Russia orientale. Nel secondo video qui sotto, si vede bene il momento dell’introduzione della capra nel recinto. Varca la soglia abbastanza tranquilla, forse rimane interdetta per qualche istante alla vista del predatore, che però non mostra un atteggiamento minaccioso. Timur allora prende il coraggio a due… zoccoli e si incammina nel sottobosco, seguita pacificamente dalla tigre Amur. Quasi amici, dunque. Chissà se dura…