Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
santantonioabate

Domani è Sant’Antonio Abate, patrono degli animali: feste in tutta Italia e a San Pietro una stalla

Non solo cani e gatti, anzi, ma mucche, asini, pecore, galline, conigli e soprattutto maiali lasciano in questi giorni le proprie case, stalle e fattorie raggiungere le piazze di paesi e città per la tradizionale benedizione di Sant’Antonio Abate, patrono degli animali. La ricorrenza esatta è domani, mercoledì 17 gennaio 2016, ma molte parrocchie l’hanno onorata domenica scorsa e altre lo faranno la prossima, domenica 21 gennaio. A Roma l’Associazione italiana allevatori (Aia) la Coldiretti dalle ore 9,30 portano in Piazza San Pietro a Roma la più grande “stalla sotto il cielo” mai aperta al pubblico nel centro della Capitale. Vi si potranno trovare, per la tradizionale benedizione, animali d’ogni genere – a volte salvati dal rischio di estinzione dagli allevatori italiani – tra cui le mucche pezzata rossa e chianina, la pecora merinizzata, la capra girgentana con le caratteristiche corna a cavaturacciolo, il maiale appulo-calabrese, il cavallo agricolo italiano da tiro pesante rapido, l’asino ragusano, diverse varietà di conigli e oche e molti altri ancora. Ma è una festa molto partecipata soprattutto nelle campagne italiane, dove è nata, anche se nelle città i parroci benedicono gli animali che vi vivono. Il Santo è spesso ritratto con un porcellino al proprio fianco: la tradizione di benedire gli animali, in particolare i maiali, nasce nel Medioevo, in terra tedesca, quand’era consuetudine che ogni villaggio allevasse un maiale da destinare all’ospedale, dove prestavano servizio i monaci di sant’Antonio. Il grasso dell’animale era molto utile per preparare emollienti da spalmare sulle piaghe e per trattare il fuoco di Sant’Antonio. Nella foto sotto, Sant’Antonio Abate dipinto dallo Spagnoletto, Jusepe de Ribera (1591 – 1652), collezionato dal Pio Monte della Misericordia a Napoli. Oltre a Roma, segnalata sopra, qui di seguito alcuni appuntamenti in altre città.

img_1602

VERCELLI

Mercoledì 17 gennaio, nella chiesa di Sant’Antonio Abate (via S. Antonio) a Vercelli si celebra la Festa di Sant’Antonio ma la benedizione degli animali sarà il giorno successivo, alla fine di tutte le messe: alle 9 avrà luogo la celebrazione della messa del mattino durante la quale avrà luogo la “benedizione del pane”; alle 11 sarà poi celebrata la messa solenne presieduta da monsignor Mario Allolio, vicario generale della diocesi eusebiana, con la presenza delle autorità civili e del mondo del lavoro. La messa serale sarà infine celebrata alle 17.
 La benedizione degli animali sarà impartita al termine di tutte le celebrazioni della giornata.

MATERA

Nella Parrocchia di S.Agnese nel rione Agna di Matera si festeggia il 17 gennaio Sant’Antonio Abate. Alle 19.30, dopo la Santa Messa, possono accedere in parrocchia gli animali domestici per ricevere la benedizione prevista per loro dalla liturgia. Secondo quanto si legge in un comunicato, “la consuetudine, legata al padre del monachesimo, è un riconoscimento che i nostri animali, per disposizione della provvidenza del Creatore, partecipano secondo la loro natura alla vita degli uomini, prestando aiuto nel lavoro o somministrando cibo o servendo di compagnia e sollievo”.

BARI

Domani 17 gennaio 2018 visita guidata serale a Bari vecchia per Sant’Antonio Abate, in compagnia degli animali domestici. Il circolo Acli-Dalfino organizza una specifica visita guidata in compagnia degli animali domestici come cani, gatti, pesciolini, uccellini e dei campanelli di Sant’Antonio Abate. Tutti in piazza Cattedrale alle 18.45 per una passeggiata che percorrendo vicoli e corti di Bari Vecchia farà sosta in piazza Mercantile dove sarà narrata tutta la storia del Santo. Infine si raggiungerà la Chiesa di Sant’Anna dove sul Sagrato ci sarà la benedizione degli animali. Partenza ore 18.45 da piazza Cattedrale mercoledì 17 gennaio.

PARMA

Nella chiesa di Sant’Antonio Abate, in strada Repubblica 52 a Parma, mercoledì 17 gennaio alle 10.30 si celebra la messa durante la quale si svolge il rito del bacio alla reliquia del santo. Nel pomeriggio, alle 17, la tradizionale benedizione degli animali.

MAREMMA GROSSETANA

Mercoledì 17 gennaio 2018 si festeggia la memoria di Sant’Antonio Abate alle 15.30 a Tirli (Gr) con la messa e la benedizione degli animali, alle 16 a Caldana la messa al termine della quale saranno benedetti animali e mangimi. Benedizione anche a Torniella alle 16, a Sassofortino alle 16.45 e a Istia d’Ombrone in orario da definire.

CREMASCA

San Bernardino (Cr) e Vergonzana (Cr) festeggiano Sant’Antonio Abate, protettore degli animali. Mercoledì 17 gennaio dalle ore 9 saranno benedette le stalle, alle 17 sul piazzale della chiesa di san Bernardino si terrà la benedizione degli animali da compagnia. Quella del sale sarà effettuata dopo la messa delle 7.30 e delle 16 a san Bernardino, a Vergonzana dopo la funzione delle 20.

SIENA

Benedizione della Stalla del Cavallo in tutte le Contrade di Siena. Si svolge mercoledì 17 gennaio dalle 18,30 alle 20 nelle diciassette Consorelle alla presenza del Correttore di Contrada, del Capitano e del Popolo.