Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
carrello_cane

Cani nei supermercati, dopo Padova anche in Romagna non possono più entrare

AGGIORNAMENTO DEL 1° SETTEMBRE 2017 QUI SU 24ZAMPE: IL MINISTERO DICE SI’ ALL’ACCESSO DEI CANI IN SUPERMERCATO MA SOLO SE SI EVITANO CONTAMINAZIONI

+++

POST ORIGINALE DEL 10 AGOSTO 2017

Niente più cani nei carrelli al supermercato Conad del centro commerciale Puntadiferro di Forlì e in altri punti vendita dove prima erano ben accetti. A impedirlo una disposizione della Ausl Romagna, che sopprime all’interno dell’ipermercato forlivese il servizio che mette a disposizione dei clienti degli speciali trasportini per portare con se’ il cane, se di piccola taglia, durante la spesa. Lo speciale carrello consente di tenere separato l’animale dai prodotti alimentari. Porte sbarrate ai cani anche in Romagna, dunque, dopo il divieto a Padova nei giorni scorsi. “L’Ausl romagnola avrebbe interpretato in modo restrittivo il regolamento europeo che vieta l’accesso ai cani nelle sale adibite alla preparazione degli alimenti, aree che nell’iper, come ormai nella gran parte dei grandi supermercati, non sono così rigidamente divise dalle zone accessibili dalla clientela”, scrive la Federazione italiana associazioni diritti animali e ambiente. “E’ una disposizione dell’autorità sanitaria a cui dobbiamo uniformarci”, fanno sapere da Conad. Per questa ragione, nei negozi di generi alimentari presenti nel territorio di competenza dell’Ausl di Romagna possono entrare solamente i cani per i non vedenti, delle forze dell’ordine e di soccorso. Dal 1° agosto i supermercati Pam e Alì di Padova hanno disposto lo stop all’accesso dei cani nei loro negozi, in attuazione della stessa nota ministeriale che richiama le amministrazioni regionali all’osservanza del Regolamento Europeo 852/04. La misura restrittiva è stata criticata da Lav e da Michela Vittoria Brambilla del Movimento animalista, che la giudicano imprecisa e infondata, ne abbiamo scritto qui su 24zampe il 31 luglio scorso. (nella foto sopra il carrello di un supermercato Conad)

  • mirko |

    concordo con chi dice che non si possono paragonare i cani alle persone, i cani potrebbero offendersi. Io vieterei l’ingresso a certi esseri umani…. sporchi, maleducati, ladri, e leoni da tastiera … magari anche in questo forum ne è presente qualcuno…anzi sicuro

  • Lina |

    Nei carrelli apposta niente animali. Poi vado bambini cresciutElli in piedi nei carrelli…

  • Fabio |

    Luca….menomale ci sono ancora degli umani non sottomessi agli animali

  • Luca |

    …Loredana, lei parte da un presupposto sacrosanto: lei i sui gatti li può amare come vuole: come dei figli o anche di più.
    Non è questa la questione. È il paragonare i suoi gatti ed altri animali alla stregua di esseri umani. Non lo sono, semplicemente è naturalmente. Possono avere un’intelligenza più o meno sviluppata, alcune razze manifestano una sorta di “sentimenti” ed alcuni primati sembra che abbiano coscienza del “se”.
    Ma si rende conto di cosa dice paragonando l’idea della superiorità della razza bianca (ignobile razzismo) sulle altre razze alla superiorità dell’uomo sull’animale?
    Gli animali sarebbero superiori all’uomo perché sarebbero più “buoni”?
    Ma ha cosa dice? Gli animali in natura sono spesso violentissimi per ragioni di supremazia nei branchi, possono anche uccidere i piccoli per fare riprodurre nuovamente le femmine. I gatti stessi, se vivono all’aperto, uccidono lucertole, topi ed uccellini per puro gioco, che fa parte della loro educazione.
    Vuole paragonare la complessità del rapporto on un essere umano, che comprende anche affrontare la cattiveria, che fa parte della sua natura, ad un rapporto con un animale, domestico o meno?
    Si può dire di amare anche una pianta come un figlio, ma non in senso letterale, dipende da cosa si intende per rapporto affettivo.
    Gli animali non devono essere umanizzati, ci possono essere diverse ragioni per farlo, ma occorre essere consci dei limiti insiti in tale tipo di rapporto.
    Gli animali vanno trattati da animali

  • Fabio |

    Stefania non farmi ridere, forse è il contrario….ne ho visto di gente come te che non riescono a vedere i bambini, gli odiano….vanno matti invece per gli animali. ma dai cm si fa????

  Post Precedente
Post Successivo