Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Egg

Su Rai3 “Il pelo nell’uovo”, su Rai2 “Cose mai viste”: oggi e domani in tv due inchieste sugli animali

AGGIORNAMENTO DELLE 15.30

Cambia ancora serata di programmazione “Animali come noi” di Giulia Innocenzi: l’ultima puntata, la sesta, non è stasera ma domani, martedì 18 aprile, alle 23.30. Ricordo che le prime due sono state trasmesse di mercoledì, poi sono passate al lunedì le successive tre, e quella di oggi subisce un altro cambio. A pensar male, si potrebbe credere che qualcuno stia facendo di tutto perchè il telespettatore se le perda…

+++

POST ORIGINALE

Ancora una serata televisiva con le inchieste giornalistiche sulla vita – ma soprattutto la morte – degli animali. Inizia su Rai3 “Indovina chi viene a cena”, alle 21.05: nella puntata “Il pelo nell’uovo” l’attenzione dell’autrice Sabrina Giannini è attirata dai 12 miliardi di uova fresche prodotte ogni anno in Italia, alcune delle quali finiscono per vivere, una volta diventate ingrediente per dolci, persino più tempo delle galline che le hanno fatte. Prosegue su Rai2 alle 23.30 con “Animali come noi”, giunto alla sesta e ultima puntata: “Cose mai viste”. Giulia Innocenzi torna negli allevamenti intensivi per mostrare i reati commessi sui bufalini, considerati “scarti di macellazione” e uccisi in modo totalmente illegale sotto gli occhi del veterinario competente. Per chiudere, intervista a Oscar Farinetti. Per saperne di più, qui di seguito le schede dei programmi.

+++

INDOVINA CHI VIENE A CENA, RAITRE ORE 21.05

Uova fresche, extra fresche, grandi, piccole o medie, prodotte da galline allevate a terra, oppure in gabbia o ancora biologiche. E poi, luogo di provenienza, data di scadenza. Insomma quando acquistiamo le uova sappiamo bene o male con cosa abbiamo a che fare. Ma quando diventano dolci, gelati, paste o merendine in etichetta spariscono tutte le indicazioni e rimane un generico ‘fatto con uova fresche’. Lo permette la legge. Ma sono davvero fresche? Se ne parla nella puntata di ‘Indovina chi viene a cena’ in onda lunedì 17 aprile, alle 21.05, su Rai3. Dei 12 miliardi di uova che produciamo ogni anno in Italia, infatti, quasi la metà finisce nei cosiddetti ovo-prodotti, ingrediente base per pasta o dolci industriali. Durano più dell’uovo fresco, molto di più, addirittura più della gallina. Vita a dir poco grama quella delle galline ovaiole, fatte per produrre il più possibile. Le telecamere del programma sono andati a vedere come vengono ‘create’ le razze selezionate geneticamente dalle multinazionali, come vengono allevate e qual è il loro destino una volta finita la carriera. Non solo, si è cercato anche di capire quali sorprese ci siano in un uovo.

+++

ANIMALI COME NOI, RAIDUE ORE 23.30

Bufalini lanciati per aria, maltrattati con il pungolo elettrico e decapitati da vivi: queste sono solo alcune delle immagini che verranno mostrate in esclusiva nell’ultima puntata di “Animali come noi”, in onda su Rai2 stasera alle 23.30, dal titolo “Cose mai viste”. Le immagini raccolte sono forti: gli operai trascinano i bufalini per la coda o per le orecchie alla linea di macellazione e gli sparano con la pistola captiva per stordirli. La pratica è totalmente illegale, perché non è presente la camera di macellazione che serve per tenere immobili gli animali affinché il chiodo della pistola penetri il cranio nel punto giusto. Non solo: passano diversi minuti fra lo sparo e la iugulazione dell’animale, praticamente azzerando l’effetto dello stordimento. Gli operai legano le zampe degli animali insieme e li sgozzano in gruppo: anche questa pratica è fuori legge, perché andrebbero macellati uno a uno. E gli animali, non ancora morti per dissanguamento, vengono decapitati da vivi. Le telecamere registrano anche la presenza del veterinario che per regola deve essere sempre presente durante la macellazione: com’è possibile che abbia permesso dei gravissimi maltrattamenti perpetrati nel tempo, che rischiano anche di inficiare la qualità della carne in commercio? La Lav ha presentato denuncia per chiedere un intervento immediato delle
forze dell’ordine. Nel corso del reportage, un’esclusiva assoluta per la tv italiana: i membri del gruppo terroristico  Alf-Animal Liberation Front in un’operazione notturna. In chiusura, Giulia Innocenzi intervisterà Oscar Farinetti, fondatore di Eataly.

  • Carlo |

    Ho visto anch’io il servizio dove quei poveri bufali che venivano torturati dalle VERE BESTIE. E mi domando anc’hio, ma i NAS non possono intervenire? Sono stati commessi dei gravissimi reati e nessuno interviene?

  • Antonella |

    Vorrei inoltre capire come sia possibile che questo luogo di crudeltà, orrore e tortura sia ancora aperto. E’ vergognoso!

  • Antonella |

    E ieri sera….? Su “animali come noi” mandato in onda su rai 2 ? I piccoli bufali presi a calci, pugni e bastonate? Maledetti sadici, spero che la legge punisca con pene esemplari questi esseri (non so come definirli, umani non è possibile) e per il resto spero che la vita li ripaghi con le stesse sofferenze e umiliazioni.

  • Guido Minciotti |

    C’è una parte del suo discorso che definirei “delirio avatariano”, (misticamente) ispirato cioè dal film Avatar. Sulla deduzione che i terremoti siano benvenuti, le consiglio di vergognarsi. Saluti gm

  • Claudia |

    Io sono stata vegana e sono vegetariana proprio dopo aver visto sul web questo schifo ,soprattutto i maltrattamenti nei macelli.Ma non tutti li vedono sul web,e quindi è giusto ed è ora.che finalmente mostrino queste realtà nella televisione ,perché tutti hanno il.diritto e dovere di conoscere e.di vedere!!!! Inoltre deve essere messa fine a questa barbarie ,non devono più essere uccisi i.cuccioli di nessun animale.Basta con questi allevamenti intensivi ecco dove ci hanno portato : malattie incurabili ! Anche l’OMS si è dichiarata ma.non basta.Allora ben vengano i terremoti che personalmente credo siano la conseguenza delle urla silenziose degli animali che non ce la.fanno più. La terra è viva ,non è inanimata ,e non passiamo essere certi che non ascolti le sue creature che soffrono per colpa dell ‘ uomo malvagio

  Post Precedente
Post Successivo