Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Pesca a strascico, pesci

Più benessere animale anche per i pesci, molti italiani lo chiedono

Il 72% degli italiani pensa che i pesci possano sentire paura, l’86% sarebbe disponibile a pagare il 28% in più per pesci allevati con maggiore benessere e il 62% vorrebbe un’etichettatura nazionale che orienti i loro acquisti. E’ quanto emerge da un sondaggio* condotto da Ciwf Onlus e Eurogroup for Animals in 9 Paesi dell’Unione Europea sul benessere dei pesci e l’attitudine dei consumatori riguardo a questo argomento, tra cui l’Italia. Dati che confermano come la sensibilità sul benessere animale sia sempre più diffusa in Italia e che riguardi ormai anche i pesci.

GLI ITALIANI CHIEDONO ACQUE PULITE E SALUTE PER I PESCI ALLEVATI

Per la maggior parte degli italiani, secondo il sondaggio, è importante che i pesci siano allevati in acque pulite (98%), siano sani e non malati (97%), abbiano un ambiente adeguato per nuotare (96%), vivano provando il minimo dolore possibile (93%), siano abbattuti con un metodo veloce e senza dolore (92%) e infine che siano in grado di godere della loro vita (72%). Per l’85% degli italiani è importante o abbastanza importante proteggere il benessere dei salmoni e per il 78% meglio di quanto si stia facendo ora. Sul fronte dell’etichettatura, il 48% del campione la vorrebbe, mentre il 39% vorrebbe una specifica sul benessere animale.

MANCANO LEGGI CHE REGOLAMENTINO I METODI DI ABBATTIMENTO

Al momento non c’è alcuna legge per i metodi di abbattimento dei pesci, ricorda la Onlus, che muoiono per lo più soffocati. Le specie pescate possono morire anche a causa della troppo repentina variazione di pressione quando vengono estratti dall’acqua con le reti o anche rimanere schiacciati nella rete a causa del peso dei propri simili. Altri metodi di abbattimento sono il congelamento o lo sventramento. Le anguille possono essere abbattute con una lenta agonia che prevede l’immersione in bagni di sale e ammoniaca; alcuni metodi più umani prevedono lo stordimento prima dell’abbattimento, ma sono poco diffusi. (Ansa)

* Il sondaggio è stato condotto da ComRes in 9 paesi (Gran Bretagna, Germania, Francia, Italia, Spagna, Polonia, Svezia, Olanda, Repubblica Ceca), in cui sono stati intervistati 9047 adulti, di cui 1016 in Italia. I dati sono pesati per essere rappresentativi.