Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cane_seggio

Al voto con il cane: ma può entrare al seggio? Per il Viminale “nulla osta, decide il presidente”

“Decide il presidente di seggio ma non ci sono direttive o prescrizioni contrarie”. Questa la risposta del ministero dell’Interno alla domanda di 24zampe: posso portare il cane a votare con me? A ormai poche ore dal voto sono molti i proprietari di cani che si chiedono se domenica sarà possibile entrare nel seggio elettorale con il proprio amico a quattro zampe, magari cogliendo l’occasione di unire il dovere civico con il piacere di una passeggiata. Per il ministero dell’Interno, in capo al quale sta l’organizzazione dell’attività elettorale, “nulla osta: decide il presidente di seggio ma non ci sono direttive o prescrizioni contrarie da parte del Viminale”. Quindi possono entrare? “Possono”, è la risposta secca. Risposta che però non rassicura più di tanto. Anche il ministero della Giustizia – interpellato perchè i presidenti di seggio, nominati dalla corte d’Appello, sono raccolti in un albo gestito proprio da via Arenula – non ravvisa difficoltà. “Dove non c’è una legge, vale l’interpretazione”, è il commento. Quindi, fermi restando i diritti d’accesso senza limitazioni per i non vedenti accompagnati dal cane-guida, a condizionare la decisione del presidente del seggio potrebbero essere solo le dimensioni del quattrozampe. Normalmente nei luoghi pubblici sono meglio accettati quelli di taglia medio-piccola e dall’aspetto inoffensivo. Ma per Manuela Giacomini, avvocato specializzato in diritto degli animali e consulente di organizzazione animaliste nazionali e internazionali, “essendo un luogo pubblico dovrebbe essere possibile portarli all’interno con il guinzaglio e, al limite, con la museruola”. Eppure, stando alle esperienze passate, nonostante tutti siano d’accordo, c’è da aspettarsi che molti cani domenica rimarranno fuori dai seggi. (nella foto sopra, Reuters, un seggio francese)

Su 24zampe abbiamo prepaprato un po’ di materiale in vista del voto di domenica 4 marzo.

  • qui abbiamo raccolto le priorità delle associazioni animaliste ma non solo (Lav, Enpa, Anmvi, Oipa, Ciwf, Lndc, Animal Law, Animalisti italiani) per i candidati e i partiti
  • qui associazioni e enti animalisti che hanno aderito all’iniziativa del Sole 24 Ore #iotivotose
  • qui abbiamo riportato il programma del Movimento animalista/Forza Italia
  • qui abbiamo riportato il programma del Pd
  • qui il programma del M5S (fino a ieri sera la voce “animali” risultava rimossa dal programma elettorale, poi alle 22.30 è arrivato)
  • Paperino |

    Più che triste direi vergognoso e deprimente, chissà quanto amore può avere per il suo grosso cane! E anche la Polizia che prima non vede ma poi ha visto!
    Due cose gravi

  • Guido Minciotti |

    Triste. Grazie della sua testimonianza e di leggere 24zampe saluti gm

  • Salvatore Calvo |

    A Desenzano del Garda siamo arrivati al seggio col cane e siamo tornati indietro perché era vietato portarlo dentro. Al nostro ritorno ho avuto uno scontro verbale al seggio con un “signore” che ha dato un bel calcione a un cagnolino di piccola taglia che era lì legato fuori dalla scuola, ad aspettare il suo padrone entrato a votare. Il guinzaglio non era propriamente legato alla ringhiera e questo qui è riuscito a divincolarsi andando incontro a questo individuo che aveva il suo cane di grossa taglia al guinzaglio. Il piccolo ha mostrato i denti al suo cane e gli si è scagliato contro ma senza particolari intenzioni sanguinose. So riconoscere quando un cane attacca per gioco e quando no. Qui scatta il calcio, quando bastava semplicemente spostarsi o spostarlo col corpo. Sono intervenuto e l’ho richiamato alzando un po’ la voce, dicendogli che avrei potuto denunciarlo, che quel gesto poteva risparmiarselo. Di tutta risposta questo individuo mi dice che il cagnolino stava aggredendo il suo. Ribadisco il concetto e questo per tutta risposta dice riferendosi a me e cercando il supporto delle persone che erano con lui: “e questo qui va pure a votare”! Una signora che era con lui mi ha pure detto che non accettava da me lezioni su come ci si comporta con gli animali.
    La cosa che più mi fa arrabbiare è che la polizia li presente e che ha visto, inizialmente mi dice che non poteva intervenire, che dovevo chiamare in centrale, che se volevo potevo scambiarmi le generalità col signore per farci una reciproca querela. In più sono stato invitato alla calma. Poi, all’uscita dal seggio, sempre lo stesso agente mi ferma e mi dice che effettivamente il collega aveva visto il calcio ben assestato, ma che se il cane non riporta traumi o conseguenze non è successo niente, bisogna solo placare gli animi. Quindi insomma, non state a perdere tempo dietro a ste cose, perché se farete notare a qualcuno di aver commesso un gesto vigliacco, verrete etichettati come facinorosi e inadatti a esercitare il proprio diritto di cittadino tramite il voto.

  • federica |

    io da anni accedo con il mio cane, nessuno ha mai avuto nulla da ridire! (prov. di Bergamo)

  • Guido Minciotti |

    Posso capire un diniego da parte del presidente ma da un poliziotto proprio no. Una motivazione l’ha data? Grazie di leggere 24zampe, saluti Gm

  Post Precedente
Post Successivo