Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Cites

Orso, aquila, lupo e altri animali minacciati sono i protagonisti del calendario Cites 2018

Sulla pagina che guardiamo oggi, primo giorno dell’anno, c’è un elefante dai contorni che sbiadiscono, simbolo della piaga del bracconaggio che ogni anno in Africa uccide 20mila esemplari. E’ la copertina del calendario fotografico Cites 2018 dei Carabinieri Forestali, presentato a Roma. “Un mondo che cambia – A Changing World” è lo slogan del calendario, volto a testimoniare i mutamenti del Pianeta anche a causa dello sfruttamento intensivo delle risorse terrestri da parte dell’uomo, che altera gli habitat contribuendo all’estinzione di molte specie animali e vegetali. Ma oltre all’elefante, nei 12 mesi il calendario ritrae specie simbolo quali il gorilla, la tigre e il leopardo, tutte minacciate dal traffico illegale. E ancora la lince, il lupo e l’orso, l’aquila, il delfino e il coccodrillo, l’orchidea e l’afrormosia, un albero a rischio estinzione da cui si ricava legno pregiato. “Il calendario è un veicolo per diffondere il rispetto e l’amore per gli animali e la flora, in particolare tra i giovani”, ha detto il comandante generale dell’Arma dei carabinieri, Tullio del Sette. “Rispetto alle 7.500 copie del 2016, quest’anno ne abbiamo stampate 25mila e contiamo di stamparne altre 50mila, da diffondere soprattutto nelle scuole”. “Il traffico di specie selvatiche – ha evidenziato il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti – è diventato una delle attività criminali più redditizie in tutto il mondo, con effetti devastanti per la biodiversità ed un impatto altrettanto negativo sui paesi coinvolti”.

  • Guido Minciotti |

    Non le so però dire se sia in vendita. Provo a informarmi, grazie di leggere 24zampe, saluti e auguri gm

  • LILIANA |

    Vorrei acquistare il calendario

  Post Precedente
Post Successivo