Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
caccia_padre_figlio2

Associazioni animaliste contro l’emendamento alla manovra che allenta vincoli alla caccia

Le associazioni animaliste Wwf, Lipu, Lav, Lac, Enpa in una nota congiunta “chiedono l’immediato ritiro dell’emendamento alla Camera, segnalato tra quelli prioritari del Pd, che elimina ogni vincolo e ogni regolamentazione oggi imposta dall’art. 19 della legge 157/92 in merito alla gestione faunistica, creando un vero e proprio far west, dove ogni abbattimento può essere fatto senza limiti, con qualsiasi pretesto e da chiunque”. “L’emendamento – scrivono le ong – vuole escludere dalla legge 157/92 ‘il prelievo di fauna selvatica ai fini di impresa agricola’ e ovviamente anche ‘gli interventi di controllo e l’attuazione dei piani di abbattimento’, togliendoli così da ogni regolamentazione, in particolare quella prevista proprio dall’art.19, che impone una serie di rigide condizioni, tra cui l’obbligo dell’utilizzo prioritario dei metodi ecologici, pareri scientifici dell’Ispra e figure ben precise che dovrebbero operare. Invece con questo emendamento, non ci si riferirà più ad alcuna norma e si creerà una situazione di caos di cui ne saranno certamente favoriti i cacciatori, e chi potrà trarre profitto dalle inutili uccisioni degli animali”. Anche Legambiente si unisce al coro di critiche all’emendamento e “chiede a Governo e Parlamento di fermare subito ogni tentativo strumentale che, nascondendosi dietro ai danni causati della fauna, priverebbe di ogni tutela e diritto gli animali selvatici, dando il via libera al ritorno in Italia di #cacciaselvaggia”. Lo scrive stasera la ong in un comunicato.

  • Roberto Contestabile |

    Buongiorno, mi chiamo Roberto Contestabile e vi scrivo per segnalarvi l’evento fieristico che si terrà a Foggia in aprile a tema caccia e pesca: “nature show”. È organizzato all’interno del stand fieristico di proprietà comunale e sostenuto dalla Regione Puglia assessorato agricoltura. È presente anche un sito internt visionabile a tutti. Mi chiedevo quale fosse la giusta regolamentazione in merito a questi eventi particolari in cui si pubblicizzano pratiche di uccisioni di Animali visionabili anche ai più piccoli.
    Da parte mia credo sia notevolmente grave indurre il pubblico, bambini compresi, a praticare attività ritenute sportive e quindi d’interesse ludico ma che nascondono invece ben altri scopi, ovvero la vendita di armi da fuoco.
    Mi piacererebbe conoscere maggiori informazioni da divulgare in merito a questa precisa attività venatoria, in particolare come gestiscono l’ingresso al pubblico, essendo a quanto pare di libero accesso anche ai minori. Pensate di approfondire l’argomento? Ho letto che in passato si svolgeva in Campania.

    Attendo vostre e comunque sono a disposizione per eventuali chiarimenti.

    Grazie e cari saluti.
    Roberto Contestabile

  Post Precedente
Post Successivo