Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
leoncini_cairo

Due leoncini narcotizzati in valigia: kuwaitiano arrestato all’aeroporto del Cairo, in Egitto

Due leoncini narcotizzati sono stati rinvenuti all’interno di una valigia che un kuwaitiano cercava di portare con sè all’estero partendo dall’aeroporto del Cairo. L’uomo è stato arrestato. Lo hanno riferito fonti dello scalo egiziano, confermando informazioni circolate sulla stampa. L’arresto è stato compiuto per violazione di una legge che tutela la natura e i due cuccioli di leone sono stati affidati allo zoo di Giza, nella parte ovest del Cairo anche se l’uomo, una volta fermato dagli addetti, ha dichiarato che i due animali erano gatti domestici comprati in un pet shop. La scoperta è stata fatta al momento di passare la valigia ai raggi X: la scannerizzazione ha mostrato due forme opache che hanno insospettito i controllori. Come mostra la foto sopra, fornita all’Ansa dall’ufficio stampa dell’aeroporto egiziano, i felini addormentati erano disposti “testa a piedi” nella valigia color viola e trattenuti dalle cinghie altrimenti destinate a tener fermi gli abiti. Una volta trasferiti alle autorità veterinarie e messi in quarantena, i due leoncini sono risultati essere di pochi giorni e ancora in allattamento. Non sono chiare le ragioni che hanno spinto il cittadino del Kuwait a tentare un’azione tanto criminale quanto folle, anche se l’Egypt Independent scrive che il kuwaitiano avrebbe ammesso in un secondo tempo di aver comprato per una somma elevata i cuccioli da un circense di Marsa Matrouh, convinto di avere di fronte due rari esemplari di una sottospecie di leone.