Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
orsa_caccia_terremoto

Bestiario associativo. Battaglie animaliste per l’orso, contro la caccia, per gli animali terremotati

LAV, DOMENICA A TRENTO PER ORSE KJ2 E DANIZA

“Le Province autonome di Trento e di Bolzano hanno inviato nei giorni scorsi ai ministeri competenti uno schema di norma di attuazione dello Statuto speciale mediante la quale intendono demolire le garanzie imposte per la gestione di orsi e lupi dalla Direttiva Habitat, che ne vieta cattura, uccisione e detenzione, salvo deroghe in casi eccezionali” (ne abbiamo parlato anche qui su 24zampe). Lo riferisce la Lav, per cui il responsabile area animali selvatici, Massimo Vitturi, afferma: “Ci appelliamo al presidente del Consiglio Gentiloni e al presidente della Repubblica Mattarella affinché non appongano la loro firma a questo nuovo abominio che comporterebbe il massacro di animali protetti dalle direttive comunitarie, della cui violazione saranno ritenuti responsabili tutti i cittadini italiani”. “Già con l’uccisione di Kj2 la ‘gestione’ della situazione – prosegue – ha dimostrato tutta l’incapacità della Provincia di Trento a convivere con la presenza degli orsi sul territorio. Come nel caso di Daniza, gli interessi di partito hanno avuto ragione sulla buona amministrazione, incapace di coniugare le diverse istanze sociali, sfociate in muro contro muro fra coloro che vorrebbero deportare o sterminare gli orsi e coloro che ne vorrebbero un efficace regime di tutela”. Viene annunciata così per la mattina di domenica una manifestazione nazionale a Trento.

+++

ENPA, MAIL BOMBING CONTRO LA CACCIA

L’Ente Nazionale Protezione Animali ha lanciato questa mattina, attraverso la propria pagina Facebook, un ‘mail bombing’ al presidente Gentiloni e alle Regioni per chiedere di bloccare sia le preaperture di caccia, in programma per il prossimo fine settimana, sia la stagione venatoria 2017-2018, il cui inizio è ormai imminente, a causa della siccità e degli incendi che hanno colpito duramente la fauna selvatica. “La richiesta era già stata avanzata alcune settimane fa da Enpa insieme con le altre associazioni animaliste e ambientaliste, e rinnovata nei giorni scorsi a seguito del parere Ispra – scrive la ong in una nota -. L’istituto esprimeva un vero allarme per lo stato di conservazione della nostra fauna selvatica, decimata da incendi e siccità senza precedenti. Di tale autorevole parere le Regioni non hanno tenuto alcun conto, disprezzandolo e autorizzando le fucilate come se nulla fosse. E’ immorale che lo scempio della caccia sia autorizzato da tutte le Regioni, ma in particolare da quelle che hanno chiesto lo stato di calamità. Delle due l’una: se l’emergenza c’è ed è reale, va riconosciuta anche per i selvatici, se invece le Regioni autorizzano gli spari, evidentemente la situazione non è così grave come pretendono”. “Per il bene della natura e degli animali, per questo Paese straziato dagli incendi e da una siccità senza precedenti, auspichiamo che il governo Gentiloni prenda atto dell’arroganza delle Regioni e blocchi gli spari – conclude Enpa -. Se così non fosse, saremo costretti a chiedere all’Europa ciò che in Italia non si vuole fare”.

+++

PAS PRONATURA, CANI E GATTI ABBANDONATI A ISCHIA

“Cani e gatti sono stati abbandonati e chiusi in alcune case che si trovano nella zona rossa di Casamicciola e non hanno da mangiare e bere”. L’SOS per questi animali arriva da Arnalda Iacono dell’Associazione PAS ProNatura di Ischia. “Ho contattato varie autorità per cercare di portare sollievo a questi animali – aggiunge l’animalista – ma qualcuno dovrebbe aiutarci a portarli via perché noi non possiamo entrare nella zona rossa; i sindaci dell’isola potrebbero, in questa fase di emergenza, autorizzare la riapertura del canile di Panza ove collocare questi animali in estrema difficoltà che da giorni sono senza cibo né acqua”, conclude Arnalda Iacono. (Ansa)