Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
capriolo_vanzago_franco_sala_29260

Agenda animale, tutti gli appuntamenti del weekend del 1-2 ottobre 2016

Per segnalazioni scrivere una mail a 24zampe@ilsole24ore.com
+++

OASI WWF, TUTTA ITALIA, DOMENICA 2 OTTOBRE 2016

Dall’oasi alpina di Valtrigona, in Trentino, all’oasi siciliana del Lago Preola e Gorghi Tondi, dall’Oasi di Vanzago (nella foto sopra) a due passi da Milano a Macchiagrande vicino Roma. Le Oasi Wwf hanno contribuito a salvare specie a rischio o rare, dal lupo al cervo sardo e alla lontra passando per quelle meno conosciute come il pelobate fosco, un anfibio rarissimo della pianura padana: per conoscerle da vicino, domenica 2 ottobre Wwf aprirà queste aree gratuitamente alle visite per festeggiare i suoi 50 anni in Italia, ultima di una serie di aperture gratuite avviate dallo scorso luglio ogni prima domenica del mese. L’invito è quello di vivere la natura col passo ‘leggero’ del naturalista, osservandola con binocoli e l’aiuto di guide esperte: un’alternativa a favore dell’ambiente per controbilanciare la stagione della caccia che nel mese di ottobre vede purtroppo un’intensa attività. Sarà anche l’occasione per diventare soci del Wwf e contribuire alla sua azione di tutela.
+++
unspecified
D’ISTINTI ANIMALI, TORINO, FINO A DOMENICA 2 OTTOBRE

Prosegue fino a domenica 2 ottobre a Torino l’appuntamento “D’Istinti animali” organizzato da Torino Spiritualità – con appuntamenti anche a Novara e ad Alba – con un calendario fitto di incontri, dialoghi, lezioni, spettacoli, meditazioni ed esperienze. Oltre 120 eventi e 130 voci da tutto il mondo per riflettere sul rapporto tra uomini e animali, filo rosso dell’edizione. In 5 giorni di festival si seguono quattro percorsi di indagine: il ruolo che gli animali hanno all’interno di differenti tradizioni spirituali; il confine – labile – tra noi e loro; il confronto tra istinto ferino e libertà selvaggia e, infine, gli animali che hanno popolato l’immaginario dell’uomo divenendo oggetti di espressioni artistiche. Si tratta di un evento monumentale, ricchissimo di appuntamenti molto interessanti. Solo per citare alcuni protagonisti e argomenti, oltre all’uomo-lupo Shaun Ellis di cui abbiamo scritto qui, si va dall’etologia e dal rapporto uomo-natura (Frans De Waal, Roberto Marchesini, Guido Barbujani), al linguaggio quale peculiarità umana (Andrea Moro); dagli istinti selvaggi che spesso tentiamo di addomesticare (Edoardo Albinati, Luigi Zoja, Michel Maffesoli), all’immaginario bestiale di cui popoliamo storie e sogni (Philip Hoare, Vittorio Sgarbi, Leo Ortolani, Vittoria Baruffaldi); dalla vertigine che lo sguardo animale, ben più antico del nostro, ci provoca (Jo-Anne McArthur, Felice Cimatti); agli animali nelle tradizioni spirituali: quella ebraica (Roberto Della Rocca, Victoria Acik), quella buddhista (Mario Thanavaro), quella cristiana (Paolo Trianni, Enzo Bianchi, Grado Giovanni Merlo). Torino Spiritualità è un progetto del Circolo dei lettori di Torino. Più informazioni sul sito, qui.

+++
BIOPARCO, ROMA, DOMENICA 2 OTTOBRE 2016
Domenica 2 (e anche la successiva, il 9) ottobre al Bioparco di Roma una giornata dedicata agli insetti e ai loro parenti più stretti. Dalle ore 11.00 alle ore 17.00, si potranno osservare millepiedi giganti, cervi volanti, insetti foglia, farfalle, mantidi religiose e tante altre specie, in diversi punti nel parco. Postazioni con animali vivi e modelli giganti faranno da sfondo a sette diverse attività in cui le famiglie potranno scoprire, attraverso il gioco e l’esperienza diretta, l’immensa varietà del gruppo animale più abbondante al mondo. Tra i laboratori cui bambini e adulti potranno partecipare: Vita in condominio, per esplorare uno degli esempi di organizzazione più straordinario che possa esistere in natura, quello delle formiche; Da 0 a 100 zampe, un incontro ravvicinato con animali vivi che rivelano il meraviglioso e misterioso mondo degli invertebrati, tra mantidi fantasma, insetti foglia, millepiedi giganti, cervi volanti, porcellini di terra e scorpioni imperatore; Chi c’è sotto? per sperimentare, come veri ricercatori, le tecniche di analisi del suolo e della grande varietà di forme di vita che lo popolano, esaminando un micro-mondo ricco di Biodiversità; Tante e laboriose, per osservare da vicino la frenetica attività di un alveare, provare la danza dell’8 come un’ape, riconoscere l’ape regina ed esaminarne ogni più piccolo dettaglio. E, ancora, Se fossi un insetto… un divertente gioco che permetterà di identificarsi con l’insetto che più ci assomiglia. Da non perdere durante la giornata i Pasti degli Animali e gli appuntamenti con gli A TUxTU con gli animali (Animali & Pregiudizi e Dai da mangiare a Sofia, l’elefante indiano del Bioparco).
+++
Image processed by CodeCarvings Piczard ### FREE Community Edition ### on 2016-09-28 11:25:20Z | |
Image processed by CodeCarvings Piczard ### FREE Community Edition ### on 2016-09-28 11:25:20Z | |
GIORNATE ENPA, PIAZZE DI TUTTA ITALIA,  SABATO 1 E DOMENICA 2 OTTOBRE 2016
Piu’ di 100 Sezioni coinvolte in tutto il Paese; oltre 500 volontari presenti in 170 piazze; decine di migliaia di persone sensibilizzate alla tutela degli animali. Sono questi i numeri della Giornata degli Animali Enpa che, organizzata a ridosso della festa di San Francesco d’Assisi, quest’anno cade l’1 e 2 ottobre. In quattordici anni, grazie ai fondi raccolti con la “Giornata degli Animali”, l’Enpa ha potuto realizzare numerosi e importanti progetti, soccorrendo moltissimi animali in difficolta’: nel solo 2015- ad esempio- l’associazione, attraverso i propri volontari e le proprie strutture, ne ha aiutati oltre 30mila tra cani, gatti, ma anche selvatici, rettili ed esotici. Insomma, all’Enpa tutti gli animali sono di casa. “L’evento – commenta Marco Bravi, Presidente del Consiglio Nazionale e responsabile Comunicazione e Sviluppo iniziative di Enpa – oltre ad essere un appuntamento imperdibile per gli amanti degli animali, costituisce un’importante occasione per i volontari della Protezione Animali di raccogliere i fondi necessari sia alla cura quotidiana dei trovatelli accuditi sia alla gestione di emergenze, che richiedono numerose risorse. Eventi come la Giornata degli Animali danno la possibilita’ ad Enpa di essere in prima linea anche in situazioni difficili, come il recente sisma che ha colpito il Centro Italia senza distinzione alcuna tra umani e non umani. Quindi scendere in piazza l’1 e 2 ottobre significa dare la possibilita’ a milioni di animali di essere salvati e curati in ogni situazione”. Del resto, il claim della Gda 2016, “Guardati Intorno: Gli Animali Fanno Parte Della Tua Vita!”, vuole sottolineare proprio la compresenza degli animali nelle nostre vite. Nella quotidianita’, quando e’ sufficiente alzare gli occhi al cielo per vedere uccelli volare liberamente o camminare per strada per incontrare decine di persone a spasso con i loro cani, come in situazioni disastrose che colpiscono duro tutti i viventi, persone ed animali. E nelle quali, spesso, emerge con ancora piu’ forza la potenza del legame che unisce entrambi. L’evento e’ supportato da una campagna digital realizzata con immagini fornite gratuitamente da Adobe stock (stock.adobe.com/it/), mentre il gadget simbolo della giornata e’ rappresentato da simpatici animaletti in feltro riempiti con gli esclusivi cioccolatini Gianduiotti, personalizzati Enpa: donare un po’ di dolcezza ai trovatelli Enpa sara’ possibile dietro offerta minima di €6,00. Ci sara’ poi l’immancabile calendario Enpa 2017 e, per i piu’ piccoli, tanti coloratissimi palloncini. (Comunicato)
+++
doggycamp
DOGGY CAMP, SEGRATE (MI), SABATO 1 E DOMENICA 2 OTTOBRE 2016

In arrivo il Doggy Camp: nei giorni 1 e 2 Ottobre Networkdacani vi aspetta al Centroparco di Segrate con numerose attività, laboratori, incontri ed eventi dedicati a chi vive con un quattro zampe! L’iniziativa, organizzata dall’Associazione di promozione sociale Networkdacani con il patrocinio del Comune di Segrate, è dedicata a chi con il proprio peloso vuole creare e approfondire quel rapporto speciale che si crea fra 4 zampe e umani: a disposizione, infatti, educatori cinofili, pet therapist, veterinari e non solo! Non è tutto! Grazie alla partnership con Ceva Salute Animale, Eukanuba, Iams e 8in1 i partecipanti riceveranno numerose sorprese per i loro pelosi! Vi aspettiamo al Doggy Camp!

+++

foto jack 1

RADUNO JACK RUSSELL, BRUGHERIO (MI), DOMENICA 2 OTTOBRE

Jack Russel Terrier che passione! Il piccolo grande cacciatore originario dell’Inghilterra, abilissimo ad introdursi nelle tane selvatiche, è anche un ottimo compagno di giochi e dispensatore di affetto ed allegria. Per questo sono sempre di più gli amanti di questo cane, che sarà l’assoluto protagonista del “LumbardJack”, il più grande evento cinofilo sul territorio lombardo dedicato alla razza, che il prossimo 2 ottobre si svolgerà a Brugherio presso il centro “L’Officina del Cane”. Fautore dell’iniziativa Mirko Tomasetto, fondatore dell’associazione cinofila “Jack Russel Terrier Italia”, che nasce a Torri del Benaco in provincia di Verona, il quale ha sentito l’esigenza di riunire il popolo dei Jack Russel Terrier, con l’intento di dare volto e voce alla numerosa comunità sparsa in tutta l’Italia. Tantissime le iniziative previste in questo raduno: esibizioni e prove di agility, disc dog, coursing ed altro con i più grandi istruttori cinofili lombardi, inoltre per la prima volta tutti i giochi Jrtitalia Events ( PirataJack, NascondinoJack, Scova il tuo Jack, FootballJack, Dribbla il tuo Jack e molto altro… ) . Dalle 9 al tramonto una giornata dedicata agli amici a quattro zampe da vivere all’aria aperta con tutta la famiglia. Nell’occasione sarà, inoltre, presente il canale JrtitaliaTv e lanciata ufficialmente Jrtitalia WebRadio by RpZ. Per info : jrtevents@jackrussellterrieritalia.com (Comunicato)

+++

foxes
MOSTRA FOTOGRAFICA, MILANO, FINO AL 4 DICEMBRE
Anche quest’anno i milanesi passeranno l’autunno con i maestri della fotografia. Da sabato 1 ottobre e fino al 4 dicembre 2016, torna a Milano la grande mostra Wildlife Photographer of the Year. Le immagini premiate al prestigioso concorso di fotografia naturalistica del 2015, nato nel 1965 e indetto dal Natural History Museum di Londra, tornano negli spazi della Fondazione Luciana Matalon in Foro Buonaparte 67, a due passi dal Castello Sforzesco, come un anno fa. Cento immagini da tutto il mondo, premiate al concorso londinese e già viste da febbraio a giugno a Bard, Aosta (ne abbiamo scritto qui), ma pur sempre una “prima” per Milano. L’esposizione regala un viaggio per immagini, le più straordinarie e uniche nell’immortalare il pianeta in tutte le sue forme in costante evoluzione, dai paesaggi incontaminati, al mondo animale e alle meraviglie della natura. Durante il periodo di esposizione, serate di approfondimento e presentazione di libri con rinomati fotografi di natura si terranno di sabato alla Casa della Cultura alle 21: l’8 ottobre con Ugo Mellone, il 15 ottobre con Marco Urso, il 19 novembre ospite Federico Veronesi e il 26 novembre incontro con Marco Colombo. Preparatissimo naturalista e già vincitore del Wildlife Photographer of the Year nel 2011, Colombo sarà inoltre a disposizione per visite guidate alla mostra presso la Fondazione Matalon, a partire da giovedì 6 ottobre e poi ogni venerdì, con eccezione di giovedì 3 novembre, dalle 19.30 (costo 5 euro). L’esposizione presenta le immagini premiate nelle 20 categorie in gara, a partire dal massimo riconoscimento, il Wildlife Photographer of the Year, assegnato a “A tale of two foxes” di Don Gutoski (Canada) nella categoria Mammiferi (foto sopra). Uno scatto che ritrae una volpe rossa mentre trascina la carcassa di una volpe artica, nel Wapusk National Park in Canada. Scattata dopo tre ore di attesa a 30°C sotto zero, la foto “racconta” una storia attuale: la volpe rossa, con l’aumento delle temperature dovuto al global warming, sconfina nel territorio della cugina artica e riesce a sopraffarla grazie al vantaggio fisico. E così la volpe artica si trova più vicina di prima non solo al suo principale competitor nella caccia ai lemmings ma anche al primo tra i suoi predatori. “Ruffs on display”, la foto di Ondřej Pelánek (Repubblica Ceca, sezione junior 11-14 anni) che mostra la lotta fra due uccelli maschi per l’accoppiamento e in difesa del territorio, è invece vincitrice assoluta del Young Wildlife Photographer of the Year (foto sotto). Non mancano i talenti italiani in concorso e tra questi spicca Ugo Mellone, vincitore nella categoria Invertebrati con la foto “Butterfly in Crystal”, mentre un altro suo scatto, “The Tunnel of Spring”, è stato selezionato come finalista nella categoria Terra. Sono inoltre risultati finalisti Vincenzo Mazza con la foto “Battling the Storm” (Uccelli) e Hugo Wassermann con lo scatto “Ice Design” (Impressioni). Da quest’anno, il visitatore che desidera provare un’esperienza di “realtà virtuale immersiva”, potrà indossare un “oculus” di ultimissima generazione in grado di trasportarlo istantaneamente in affascinanti ambienti naturalistici. Tutte le informazioni qui.
+++

MOSTRA FOTOGRAFICA, MILANO, FINO AL 1° OTTOBRE 2016

C’è tempo solo fino a sabato 1° ottobre per visitare la mostra dedicata al pioniere della fotografia Eadweard Muybridge (1830-1904), “Muybridge Recall”, alla Galleria del Credito Valtellinese di corso Magenta 59 a Milano. Con i suoi studi fotografici sul movimento di animali e uomini, Muybridge alla fine dell’800 svela fondamenti di biodinamica fino ad allora ignoti, arrivando a influenzare la pittura impressionista. Il fotografo inglese in California dimostra inequivocabilmente che un cavallo in corsa si stacca dal terreno quando le zampe si trovano in posizione raccolta sotto il corpo e non, come erronamente pensato (e dipinto e scolpito) fino ad allora, in condizione di massima apertura. Prosegue la carriera riprendendo altri animali, uccelli, persone, tra cui anche disabili, e inventa lo Zoopraxiscopio, per proiettare le sue immagini in sequenza, antesignano del cinema. La mostra, per la prima volta in Italia, è aperta da martedì a sabato con orari 13.30-19.15, ingresso libero. Per saperne di più, cliccare qui, per vedere una selezione delle foto cliccare qui.

Muybridge_horse

+++

STORIE DI UNA BALENA, FIRENZE, DAL 12 MAGGIO 2016

Una balena preistorica circondata da una ricca fauna fossile, testimonianza della comunità marina che si è venuta a creare attorno al cetaceo adagiatosi sul fondale. E’ la sorpresa offerta a partire dal 12 maggio dal Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze con “Storie di una balena”, nuova sala espositiva permanente all’interno della sezione di Geologia e Paleontologia, già ricca di importanti testimonianze fossili della Toscana. Lo scheletro del cetaceo, risalente al Pliocene e lungo 10 metri, è stato rinvenuto nel 2007 presso Orciano Pisano, in un campo coltivato, alla profondità di appena 50 centimetri. La balena, recuperata nella sua connessione anatomica e restaurata dai paleontologi dell’Ateneo, viene esposta insieme ad altri reperti fossili (mammiferi, pesci e invertebrati) che per lungo tempo hanno ricavato risorse energetiche dalla decomposizione della carcassa. “Per la prima volta in Italia sarà possibile osservare – spiegano i curatori Stefano Dominici ed Elisabetta Cioppi – che cosa è successo in tempi geologici nella comunità marina creatasi alla morte della balena. Vogliamo offrire la sensazione di camminare sul fondo del mare dell’antichità, a 100-150 metri di profondità, grazie anche a un allestimento innovativo, coinvolgente e multimediale, curato dall’architetto Lorenzo Greppi”. Il percorso espositivo presenta, fra l’altro, le varie specie che hanno tratto energia vitale dalla carcassa, anelli della catena alimentare dell’ecosistema: squali, granchi, ricci di mare. E, ancora, gli animali vissuti insieme alla balena: delfini, capodogli, foche, razze e altri pesci, tartarughe marine e uccelli.