Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
school-lunch

Menu vegano a scuola? Per la Lorenzin si deve “seguire la scienza e informare i genitori”

AGGIORNAMENTO IN CODA – LAV: DIETA VEGANA ADATTA A TUTTE LE ETA’
+++
POST ORIGINALE
Nel periodo estivo non si preparano solo i programmi scolastici ma anche i menu delle mense. E come per le materie, anche per le scelte a tavola più se ne possono proporre agli studenti e maggiore sarà il loro arricchimento e la loro soddisfazione, pur nel controllo delle autorità competenti. In Emilia Romagna dal prossimo anno l’accesso ai menu vegetariani e vegani è possibile senza prescrizione medica e senza giustificazione alcuna, come ha stabilito la Regione recependo una nota del ministero della Salute del 19 luglio. “E’ molto importante che i bambini vengano nutriti in modo corretto – ha detto il ministro Beatrice Lorenzin, ieri a Bologna – e bisogna seguire la scienza, l’evidenza scientifica e non altro perché bambini malnutriti o denutriti hanno poi dei problemi enormi nella crescita, rachitismo e altri scompensi. E purtroppo ci sono moltissimi casi”. “Come ministero – ha ricordato Lorenzin – abbiamo delle linee guida sulla nutrizione del bambino. I bambini hanno bisogno di un’alimentazione bilanciata tenendo conto delle proteine animali e vegetali, dell’apporto nutritivo necessario, carboidrati, zuccheri, frutta e quant’altro”. Il ministro ha indicato, come sui vaccini, la necessita di “fare una corretta informazione dei genitori. E ovviamente gli istituti scolastici si devono attenere alle linee guida date dal ministero della Salute”. Riempire il piatto di proteine ​​da fonti vegetali, secondo uno studio dell’Harvard Medical School di Boston, pubblicato su “Jama Internal Medicine”, si associa a un minor rischio di morte. Un pericolo che, al contrario, aumenta, per chi consuma più proteine ​​animali, specialmente tra gli adulti con almeno un comportamento negativo fra cui fumare, bere alcolici, essere in sovrappeso o sedentari. La ricerca americana, condotta presso il Massachusetts General Hospital su oltre 130mila partecipanti, conclude che “la sostituzione delle proteine ​​animali, in particolare di quelle da carne rossa lavorata, con quelle ​​vegetali può conferire benefici sostanziali per la salute”.
+++

LAV: BENE, RISPETTARE LE LINEE GUIDA PER LA RISTORAZIONE SCOLASTICA. ALIMENTAZIONE VEGANA ADATTA A TUTTE LE FASCE D’ETA’

Rispetto alle dichiarazioni in merito all’opzione vegan nelle mense scolastiche, rilasciate recentemente a Bologna dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin,  siamo certamente d’accordo sulla necessità di un’informazione corretta dei genitori, qualunque sia il regime alimentare scelto. Ricordiamo tuttavia che, come riporta l’American Dietetics Association “le diete vegetariane correttamente pianificate, comprese le diete totalmente vegetariane o vegane, sono salutari, adeguate dal punto di vista nutrizionale, e possono conferire benefici per la salute nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie. Le diete vegetariane ben pianificate sono appropriate per individui in tutti gli stadi del ciclo vitale, ivi inclusi gravidanza, allattamento, prima e seconda infanzia e adolescenza, e per gli atleti” (Posizione dell’American Dietetics Association, 2009). Gli istituti scolastici, come precisa il Ministro, devono attenersi alle indicazioni del Ministero stesso che molto opportunamente – nelle Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica, approvate in sede di Conferenza Unificata il 29 aprile 2010 da Governo, Regioni, Province Autonome e Autonomie locali, e redatte anche con il contributo dell’Istituto Nazionale per la Ricerca e la Nutrizione  – dichiara che “vanno assicurate anche adeguate sostituzioni di alimenti correlate a ragioni etico-religiose o culturali.’ (Comunicato)